unnamedGianpiero Foglia ci ha lasciato il 18 ottobre 2015. Aveva 43 anni. È stato il fondatore della nostra associazione e ne resta, con la sua testimonianza di vita e d’impegno, la trave portante. Questa è la sua pagina di presentazione, che abbiamo voluto lasciare esattamente com’era. Dirigente d’azienda, ha studiato Scienze del servizio sociale. Sposato con Simona Soldivieri, papà di Alessia, Erica e Giulia. È stato tra i fondatori dell’organizzazione sociale di volontariato Il Gabbiano, divenendone primo presidente nel periodo 1998-2001, poi riconfermato nel triennio successivo. In ragione della profonda esperienza sociale acquisita sul campo, dal 2004 ricopre la carica di direttore dell’associazione.
Ancor prima della fondazione de Il Gabbiano, Gianpiero ha scelto di impegnarsi nell’animazione di movimenti giovanili e nell’associazionismo educativo e sociale, vivendo esperienze di servizio accanto a persone in situazioni di disagio. Per un decennio è stato dirigente dell’U.S. Giffonese, conseguendo presso l’Università di Salerno l’attestato che gli consente di svolgere questa mansione fino all’attuale Lega Pro. Si è battuto per la creazione di un settore giovanile aperto a bambini di ogni età, incentrato su un progetto di crescita complessiva del bambino e dell’adolescente. Dopo 12 anni, nella stagione sportiva 2007/2008, Gianpiero ha accettato di assumere ancora un volta su di sé la responsabilità organizzativa della Giffonese, riuscendo a scongiurare una radiazione che avrebbe cancellato lustri di storia sportiva.

Esperto nell’organizzazione e nella gestione delle risorse umane, Gianpiero si occupa oggi in prima persona dei progetti di Servizio Civile Nazionale del Gabbiano. Nell’arco di otto anni, questo tipo di attività ha permesso a 80 giovani di vivere un’esperienza di servizio intensa e avvincente, arricchendone nel profondo il percorso formativo ed esistenziale.
Ne 1997 Gianpiero e i volontari del Gabbiano si sono fatti promotori di Vassinsieme – Premio Gabbiano. Nata come momento di animazione sociale sui temi della solidarietà, della condivisione e della lotta all’esclusione sociale, nel corso del tempo la manifestazione è cresciuta, divenendo un momento di confronto “dal basso” tra esperienze e persone che, a vario titolo, testimoniano o promuovono una cultura del dialogo e dell’accoglienza.
Da qualche anno a questa parte, Gianpiero rappresenta la sua e altre organizzazioni anche all’interno di strutture di coordinamento delle realtà sociali. Dal 2014 – come candidato eletto con il maggior numero di preferenze – fa parte del comitato esecutivo di Sodalis – Centro Servizi per il Volontariato Salerno: uno degli organismi istituiti dalla legge quadro sul volontariato del 1991 con il compito di sostenere e qualificare l’attività del volontariato.
Parlando di sé, Gianpiero dice di trovare ispirazione in una frase del Vangelo di Luca: “Nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro è adatto per il regno di Dio”. Gli amici più cari dicono che sia generoso, serio, affidabile e caparbio. In ogni caso, l’episodio che meglio lo descrive risale al 2000, quando anticipò il suo rientro dal viaggio di nozze per poter collaborare attivamente alla risoluzione di alcuni problemi legati alla vita dell’organizzazione.

I COMPITI DEL DIRETTORE

Il Direttore viene nominato dal Consiglio. Esso resta in carica 3 anni ed assolve i seguenti compiti:
E’ al capo del personale, di obiettori e dei giovani del servizio civile;
Provvede alla direzione dell’Organizzazione, sovrintende e ne dirige la struttura operativa, provvede all’organizzazione delle risorse umane, dei giovani del Servizio Civile, strumentali, finanziarie e di controllo;
è responsabile del funzionamento complessivo dell’Organizzazione;
Coordina e gestisce tutte le attività dell’Organizzazione;
Organizza per conto dell’Organizzazione e coordina tutti i settori e le attività di Vassinsieme e Premio Gabbiano;
Cura e detiene rapporti con Enti e Istituzioni;
Partecipa, sempre convocato, attivamente a tutte le riunioni degli Organi Sociali (Assemblea, Consiglio, Collegio dei Probiviri, Collegio dei Revisori) nonché alle attività ed alle riunioni di Consiglio dell’Associazione di Promozione Sociale “PROGETTO GABBIANO”;
Nell’espletare la sua funzione anche di rappresentanza dell’Organizzazione, al Direttore potranno essere riconosciuti eventuali rimborsi spese documentati e presentate a rendiconto al Consigliere delegato al bilancio.